La placenta potrebbe non attaccarsi al tuo utero nel modo giusto.

La placenta potrebbe non attaccarsi al tuo utero nel modo giusto.

I rischi sono gli stessi dell’epidurale.

Continua

tranquillanti : Questi farmaci non sono comunemente usati durante il parto, ma a volte possono aiutare ad alleviare l’ansia se iniettati nel muscolo o attraverso un catetere endovenoso (IV). Impiegano dai 10 ai 20 minuti per funzionare e possono aiutarti a sentirti rilassato per 3 o 4 ore. Possono farti venire sonnolenza e farti dimenticare parti del tuo travaglio, e non eliminano completamente il dolore. Possono anche avere un effetto sul tuo bambino rendendolo molto assonnato e pigro quando nasce.

Narcotici (oppioidi): il medico può iniettarli attraverso una flebo per ridurre il dolore del travaglio. Di solito funzionano in pochi minuti e durano dalle 2 alle 6 ore. Non eliminano completamente il dolore e possono farti venire sonno. Possono anche influenzare la tua respirazione o la respirazione del tuo bambino. Questi farmaci possono essere somministrati a donne che non desiderano un’epidurale ma desiderano qualcosa per alleviare il dolore durante il travaglio.

Blocco pudeno: questa è un’iniezione che può bloccare il dolore tra la vagina e l’ano (perineo). Ci vogliono dai 10 ai 20 minuti per funzionare e raramente ha effetti negativi. Ma potrebbe non funzionare per alcune persone e può causare una reazione allergica o persino un’infezione. Può anche ridurre la pressione sanguigna. Questo metodo è usato meno spesso al giorno d’oggi. 

Riferimento medico WebMD Recensito da Traci C. Johnson, MD il 04 dicembre 2020

Fonti

FONTI:

KidsHealth.org: «Affrontare il dolore durante il parto».

American College on Obstetrics and Gynecology: «Farmaci per alleviare il dolore durante il travaglio e il parto».

Mayo Clinic: “Travaglio e parto, cure post-partum”.

Quali sono le fasi del travaglio?

Trascrizione del video

WomensHealth.gov: "Fasi del travaglio.", Mayo Clinic: "Fasi del travaglio e del parto: piccola, è ora!"

Lavoro: è un viaggio! E il suo diverso per ogni futura mamma. Ecco come potrebbe svolgersi per te. Chiamerai il tuo dottore quando tu inizia ad avere contrazioni o nota altri indizi il tuo bambino sta arrivando. Non sorprenderti se il tuo documento ti dà l’ok per veg a casa per le prime ore. Se è così, puoi riposarti, uscire con la tua famiglia, o anche fare una breve passeggiata se sei pronto. Cronomerai le tue contrazioni e tieni d’occhio se lo sono diventando più potente e più vicino insieme. Tieni aggiornato il tuo medico. Te lo dirà quando è il momento andare in ospedale o alla nascita centro. Chiamala subito se pensi che ti si siano rotte le acque. Una volta che sei in ospedale, i tuoi medici e il tuo team di assistenza ti preparerà per lo spettacolo. Controlleranno la parte inferiore del tuo grembo, chiamato cervice, come si apre sempre più ampia. Controlleranno anche sulla posizione del tuo bambino nel tuo canale del parto. Ora è il momento di ottenere il tuo zen su, perché le contrazioni arriverà più velocemente e più forte. Cerca di lasciar andare i muscoli deboli in mezzo a loro, e usa qualsiasi respirazione o suggerimenti per il relax. Mettiti in una posizione che sia più comodo per te. Hai supporto tutto intorno a te, quindi chiedi aiuto. Chiedi al tuo medico per il dolore farmaco se ne hai bisogno. Puoi anche chiedere a un familiare o amico per strofinare il tuo inferiore indietro, metti un impacco freddo sulla tua fronte, o darti da mangiare scaglie di ghiaccio da succhiare — i cibi solidi sono un no-no nel caso hai bisogno di un cesareo. La parte del lavoro che arriva giusto prima della consegna potrebbe essere il più duro di sempre — ma potrebbero volerci solo circa 15 minuti a un’ora. Dillo al tuo medico se ti senti come se volessi iniziare a spingere. Potrebbe dirti di aspettare finché la tua cervice non si aprirà di più — di circa 10 centimetri di larghezza. Spingi troppo presto e potrebbe fare il tuo lavoro dura più a lungo. Nel frattempo concentrati sul tuo respiro — prendi quelli profondi e soffia fuori durante le contrazioni.

Il travaglio è il processo naturale del parto del corpo. Dura in media dalle 12 alle 24 ore per un primo parto. Di solito, il travaglio è più breve per le nascite dopo.

Il travaglio avviene in tre fasi. La prima fase va da quando inizi ad avere contrazioni costanti a quando sei pronto per consegnare il tuo bambino. Include una fase precoce o latente, quando le contrazioni sono lievi e la cervice inizia a cambiare per consentire al bambino di passare; una fase attiva, quando le contrazioni sono forti e la maggior parte del lavoro si svolge per preparare il corpo al parto; e una fase di transizione in cui inizi a sentire il bisogno di spingere.

La seconda fase del travaglio è la nascita effettiva del tuo bambino e la terza fase è la consegna della placenta.

La prima fase del travaglio

La prima fase è la parte più lunga del travaglio e può durare fino a 20 ore. Inizia quando la cervice inizia ad aprirsi (dilatarsi) e termina quando è completamente aperta (completamente dilatata) a 10 centimetri.

Travaglio precoce o latente

La fase precoce o latente è quando inizia il travaglio. Avrai contrazioni lievi a distanza di 15-20 minuti l’una dall’altra e che dureranno da 60 a 90 secondi. Le tue contrazioni diventeranno più regolari fino a quando non saranno a meno di 5 minuti di distanza. Le contrazioni provocano la dilatazione e la cancellazione della cervice, il che significa che diventa più corta, più sottile e più pronta per il parto. Durante la fase iniziale, la tua cervice si dilata da 0 a 6 centimetri e le contrazioni diventano più forti con il passare del tempo. Durante questa fase, potresti avere una secrezione vaginale da chiara a leggermente sanguinolenta.

Questa parte del lavoro potrebbe richiedere ore o addirittura giorni. È meglio trascorrerlo nel comfort di casa tua. Ecco alcune cose che puoi fare per aiutare il processo:

Fare una passeggiata. Cambia spesso posizione. Continua a praticare tecniche di respirazione e rilassamento. Immergiti in una vasca calda o fai una doccia calda. Se la tua acqua si è rotta, parla con il tuo medico prima di immergerti in una vasca. Riposa se puoi. Bevi molti liquidi e mangia qualcosa di leggero. Preparati e preparati per l’ospedale se non lo sei già.

Continua

Fase attiva

Mentre la cervice si dilata da 6 a 8 centimetri (chiamata fase attiva), le contrazioni diventano più forti e distano circa 3 minuti l’una dall’altra, durando circa 45 secondi. Potresti avere mal di schiena e aumento del sanguinamento dalla vagina (chiamato "spettacolo sanguinoso"). Se la tua membrana amniotica si rompe — o il tuo "l’acqua si rompe" a questo punto componenti detonic — le contrazioni potrebbero diventare molto più forti.

Questa parte di solito dura dalle 4 alle 8 ore. Il tuo umore potrebbe diventare più serio mentre ti concentri sulla gestione delle contrazioni. Dipenderai di più dalla tua persona di supporto.

Di solito è durante la fase attiva del travaglio che andrai in ospedale o al centro parto. All’arrivo, ti verrà chiesto di indossare un camice ospedaliero. Verranno controllati il ​​polso, la pressione sanguigna e la temperatura. Un monitor verrà posizionato sull’addome per un breve periodo, o continuamente, per controllare le contrazioni uterine e valutare la frequenza cardiaca del bambino. Il tuo medico esaminerà anche la tua cervice durante un esame pelvico per determinare quanto è progredito il travaglio.

Una linea endovenosa (IV) può essere inserita in una vena del braccio per fornire fluidi e farmaci, se necessario. Il medico potrebbe chiederti di limitare ciò che mangi e bevi in ​​​​questo momento se pensa che sia possibile che avrai bisogno di un taglio cesareo con anestesia generale.

Alcuni consigli per aiutarti nella fase attiva del travaglio:

Prova a cambiare posizione. Potresti provare a metterti sulle mani e sulle ginocchia per alleviare il disagio del travaglio alla schiena. Continua a camminare tra le contrazioni. Svuota spesso la vescica per fare spazio alla testa del bambino nel bacino. Continua a praticare tecniche di respirazione e rilassamento. Chiedi al tuo partner di nascita un massaggio delicato. Ascolto di musica rilassante. Concentrati sul prendere una contrazione alla volta. Ricorda che ognuno ti avvicina a tenere in braccio il tuo bambino.

Fase di transizione

La fase di transizione è breve, ma anche intensa e dolorosa. Di solito ci vogliono da 15 minuti a un’ora perché la cervice si dilati da 8 a 10 centimetri. Le contrazioni sono a distanza di 2 o 3 minuti e durano circa 1 minuto. Potresti sentire una pressione sul retto e il mal di schiena potrebbe peggiorare. Il sanguinamento dalla tua vagina sarà più pesante.

Potresti sentire il bisogno di spingere, ma non farlo finché non te lo dirà il medico. Spingere prima che la cervice sia completamente dilatata può farla gonfiare e rallentare il processo.

Continua

La seconda fase del travaglio (consegna)

La seconda fase del travaglio inizia quando la cervice è completamente dilatata a 10 centimetri. Questa fase continua fino a quando il bambino non passa attraverso il canale del parto, la vagina e nasce. Questa fase può durare 2 ore o più.

Le contrazioni possono sembrare diverse dalla prima fase del travaglio: rallenteranno da 2 a 5 minuti l’una dall’altra e dureranno da circa 60 a 90 secondi. Sentirai un forte bisogno di spingere con le tue contrazioni. Cerca di riposare il più possibile tra gli intervalli di spinta e spingi solo quando te lo dice il medico.

Alcuni suggerimenti possono aiutarti a spingere:

Prova diverse posizioni: accovacciato, sdraiato su un fianco con la gamba sollevata o appoggiato su mani e ginocchia. Fai respiri profondi prima e dopo ogni contrazione. Arricciarsi nella spinta il più possibile; questo consente a tutti i muscoli di lavorare.

Potresti ricevere farmaci antidolorifici o avere un’episiotomia se necessario mentre spingi. L’episiotomia è una procedura in cui viene praticato un piccolo taglio tra l’ano e la vagina per allargare l’apertura vaginale. Potrebbe essere necessaria un’episiotomia per far uscire il bambino più velocemente o per prevenire lacerazioni grandi e irregolari della parete vaginale.

La posizione della testa del tuo bambino mentre si muove attraverso il bacino (chiamata discesa) è riportata in un numero chiamato stazione. Se la testa del bambino non ha iniziato la sua discesa, la stazione è descritta a meno 3 (-3). Quando la testa del tuo bambino è alla stazione zero, è al centro del canale del parto ed è impegnata nel bacino. La stazione del tuo bambino aiuta a indicare l’andamento della seconda fase del travaglio.

Quando il tuo bambino nasce, il tuo medico lo terrà con la testa abbassata per evitare che liquido amniotico, muco e sangue entrino nei polmoni del bambino. La bocca e il naso del bambino verranno aspirati con una piccola siringa a bulbo per rimuovere eventuali liquidi aggiuntivi. Il tuo medico metterà il bambino sullo stomaco e poco dopo il cordone ombelicale verrà tagliato.

Continua

La terza fase del travaglio (parto della placenta)

La terza fase del travaglio inizia dopo la nascita del bambino e termina quando la placenta si separa dalla parete dell’utero e viene fatta passare attraverso la vagina. Questa fase è spesso chiamata consegna del "placenta" ed è la fase più breve del travaglio. Può durare da pochi minuti a 20 minuti. Sentirai delle contrazioni ma saranno meno dolorose. Se hai avuto un’episiotomia o una piccola lacrima, verrà cucita durante questa fase del travaglio.

Riferimento medico WebMD Recensito da Hansa D. Bhargava, MD il 17 agosto 2020

Fonti

FONTI: 

Associazione americana della gravidanza.

March of Dimes: «Fasi del lavoro».

Mayo Clinic: “Fasi del travaglio e del parto. Piccola, è ora!»

Lamaze International: «Giornata del lavoro: cosa aspettarsi».

Una donna potrebbe volere un taglio cesareo pianificato per partorire per molte ragioni. Per alcuni è la scelta migliore. Ma i cesarei hanno dei rischi propri.

Finché non c’è emergenza, non lasciarti affrettare. Prenditi il ​​tempo per prendere una decisione che ti sembri giusta, per ora e per il tuo futuro.

Perché potresti avere un cesareo?

A volte un medico passa a questa procedura chirurgica dopo che una donna ha iniziato il travaglio e quindi ha problemi.

Le sezioni C pianificate sono diverse. Il medico o l’ostetrica hanno trovato un motivo medico per averne uno, ma non è un’emergenza. Due esempi sono che hai avuto un precedente taglio cesareo e che hai un bambino che sta affrontando nel modo sbagliato. Tu e il tuo medico potreste anche decidere in seguito che un parto vaginale è una scelta migliore.

Alcune donne sane vogliono l’intervento chirurgico in modo da poter scegliere la data di consegna o evitare un parto vaginale. Queste non sono ragioni mediche e i loro medici potrebbero non essere d’accordo con questa scelta.

Gli esperti dell’American College of Obstetrics and Gynecology non raccomandano questi cesarei elettivi. Dicono che non dovresti assolutamente averne uno prima di 39 settimane. E lo sconsigliano fortemente se vuoi più figli.

Come influisce sulla nascita

Sebbene i cesarei siano generalmente molto sicuri, sono comunque interventi chirurgici importanti. Il tempo di recupero sarà più lungo rispetto a un normale parto vaginale, sia in ospedale che dopo. E comportano rischi per te e il bambino.

Hai maggiori possibilità di:

Sanguinamento abbondante Coaguli di sangue Infezione Lesioni ad altri organi

Alcune donne avranno bisogno di una trasfusione di sangue.

I bambini partoriti dal cesareo hanno maggiori probabilità di avere problemi respiratori dopo la nascita. Quando lo fanno, potrebbero aver bisogno di trascorrere del tempo nell’unità di terapia intensiva neonatale, di solito per alcuni giorni.

Impatti più tardi nella vita

Ogni cesareo tende ad essere più difficile di quello precedente. Se stai pianificando di avere un altro bambino, e in particolare se desideri una famiglia numerosa, parla con il tuo medico di come la procedura potrebbe influenzare i tuoi piani.

Continua

Potrebbe complicare le gravidanze future. La placenta potrebbe non attaccarsi al tuo utero nel modo giusto. Ciò significa che avresti maggiori possibilità di sanguinamento e potresti aver bisogno di un’isterectomia. La cicatrice nel tuo utero potrebbe aprirsi.

A seconda del motivo per cui hai avuto un taglio cesareo e di come è andata, potresti essere in grado di partorire per via vaginale più tardi. Ma se hai avuto più di uno di questi interventi chirurgici, il parto vaginale potrebbe non essere un’opzione.

I bambini nati da taglio cesareo possono essere più inclini ad avere asma, diabete, allergie e obesità quando crescono.

Cosa considerare?

Parla con il tuo medico o l’ostetrica del motivo per cui pensano che dovresti avere un taglio cesareo. Se il motivo è la taglia del bambino, chiedi quanto sono accurate le stime del peso. Scopri se hai altre opzioni per affrontare la loro preoccupazione.

Sarai in grado di aspettare fino a 39 o 40 settimane, come raccomanda l’American College of Obstetrics and Gynecology?

Assicurati di capire quale danno potrebbe venire a te e al tuo bambino se non hai un taglio cesareo.

Se per te è importante avere più figli, scopri se avrai bisogno della procedura per le consegne future.

Pensa se i benefici di questo intervento sono chiaramente superiori ai rischi. Va bene avere una seconda opinione per aiutarti a decidere.

Riferimento medico WebMD Recensito da Traci C. Johnson, MD il 29 maggio 2020

Fonti

FONTI:

Agenzia per la Ricerca e la Qualità Sanitaria: "Pensare di indurre il tuo travaglio: una guida per le donne incinte," "Induzione elettiva del lavoro: sicurezza e danni."

Congresso americano di ostetrici e ginecologi: "Parto vaginale consigliato su richiesta materna cesareo," "Parto cesareo su richiesta materna," "FAQ Travaglio, parto e assistenza post-partum," "Aggiornamento cesareo richiesto dal paziente," "Problemi di supporto pelvico, "Valutazione del parto cesareo."

CENTRO PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE MALATTIE: "Cambiamenti nei tassi di parto cesareo per età gestazionale: Stati Uniti, 1996-2011," "Tendenze recenti nel parto cesareo negli Stati Uniti."

Collegamento al parto: "Migliore prova: sezione C."

Medicina Johns Hopkins: "Parto cesareo."

BambiniSalute: "Posso avere un parto vaginale se ho avuto un precedente cesareo?"

Il parto è un’esperienza unica per ogni donna, che tu sia una mamma per la prima volta o un genitore di vecchia data.